info@fiera2valli.it

dono per la vita

Aido, un dono per la vita

Verso la fine del 1986 della donazione degli organi si parlava poco. Un argomento imbarazzante, ma se da un lato vantavamo l’efficienza del sistema trapianti, dall’altro le liste dei pazienti in attesa di trapianto restavano sempre troppo lunghe.

Quando si è giovani si pensa di essere immortali, il tema della donazione degli organi, troppo spesso non è nelle prime posizioni della griglia delle notizie. Bisognerebbe invece parlarne maggiormente e sensibilizzare le persone a questo problema.

Donazione di organi: anime fuggite che tornano a vivere

Con la mentalità del volontariato in quanto Donatori di Sangue, quattro amici cominciarono a cullare l’idea di formare anche a Vestenanova un Gruppo AIDO. Si misero al lavoro coinvolgendo altri amici e girando tra le contrade parlando con le persone del questo progetto di vita oltre la vita.

Dopo questo lavoro di preparazione, il 31 gennaio 1987, i nuovi Soci Donatori che nel frattempo avevano cominciato ad iscriversi, si riunirono in Assemblea presso il Teatro Parrocchiale di Vestenanova e fondarono il Gruppo AIDO di Vestenanova, con oltre 52 soci regolarmente iscritti.

Gli anni passarono e varie persone si susseguirono nella direzione dell’AIDO Comunale, tutte con il comune obiettivo di promuovere la Donazione degli Organi, Tessuti e Cellule e  di aumentare il numero degli iscritti. L’attuale direttivo composto da diciannove persone, tutte molto sensibili all’altruismo attraverso la donazione degli organi, si adopera nell’attività sociale, nella salda convinzione che da una vita  che muore, un’altra può rinascere.  A distanza di 34 anni, l’AIDO di Vestenanova conta ora circa 350  soci. 

Le iniziative di propaganda sono molteplici: interventi con i ragazzi della scuola primaria di secondo grado, incontri con i giovani diciottenni pronti per iscriversi e molteplici e svariate altre attività, come l’offerta dell’anthurium nella Giornata Nazionale dell’AIDO e quella delle rose nella Festa della mamma. L’Aido svolge il proprio operato anche durante le feste patronali. Inoltre, ogni anno viene organizzata la Festa dell’AIDO, durante la quale, oltre a creare aggregazione e socializzazione tra gli iscritti, è sempre presente qualche persona che ha ricevuto il dono di un organo e porta la sua peculiare e toccante esperienza.

Il coinvolgimento dell’ente pubblico per il traguardo della vita

Tra gli importanti obiettivi che ci eravamo posti, c’è la realizzazione nel 2017 in occasione del 30° anniversario, di un libro che racconta la storia del gruppo. Ma tra i più rilevanti rimane quello chiamato Una Scelta in Comune: quando si chiede il rilascio o il rinnovo della Carta di Identità si può decidere di dare il proprio assenso alla Donazione degli Organi. 

Alcune persone del nostro comune decedute, hanno donato gli organi e altre hanno potuto beneficiarne con il trapianto. Questo risultato si è potuto realizzare anche grazie al lavoro di sensibilizzazione che L’AIDO a tutti i livelli, da quello locale fino a quello nazionale svolge quotidianamente. 

con il contributo di

Luigi Pandolfo

Dal Zovo Giovanni

Aido
Giornata di sensibilizzazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito tecnici, per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.