info@fiera2valli.it

fossili

Il Museo dei Fossili e la Pesciara di Bolca

Bolca, frazione di Vestenanova, è un grazioso borgo nella Lessinia orientale conosciuto a livello mondiale per i suoi fossili. Il giacimento principale, la Pesciara, è uno tra i più importanti al mondo per estensione e per quantità delle specie ritrovate. Da questo sito di scavo sono emersi migliaia di organismi, conservati perfettamente grazie ad un processo di fossilizzazione davvero particolare che si è verificato in questa antica zona costiera. Un ambiente perfetto per la conservazione di esemplari di flora e fauna che ha permesso agli studiosi di condurre studi e ricerche approfonditi sulla vita durante l’Eocene.

Pagine di storia tra le rocce calcaree: flora e fauna di una laguna tropicale

Dopo aver visitato il Museo dei Fossili e aver visto i reperti fossili recuperati nel tempo, è possibile raggiungere il principale sito di scavo di Bolca, per vedere come la natura nasconda i suoi misteri e torni a svelarli in momenti successivi. La Pesciara si trova a pochi minuti di auto dal centro di Bolca. Per raggiungerla occorre scendere a piedi lungo il sentiero che porta all’ingresso dell’area di scavo. Si tratta di un giacimento fossilifero di fama mondiale, con oltre 150 specie di pesci tra i quali anche squali e meduse e 270 specie vegetali, fossili perfettamente conservati che testimoniamo la vita di un’antica laguna tropicale di circa 50 milioni di anni fa.

Questa meta è da sempre occasione di studio anche per i tantissimi studenti che vi si recano in gita. Le visite didattiche alla Pesciara permettono ai ragazzi di prendere parte a laboratori tematici, immedesimandosi nel lavoro del ricercatore storico e diventando giovani paleontologi per un giorno che con leggeri colpi di martello possono cercare animali e piante tra le pagine di pietra del libro della Terra. L’arte dello scavo per la ricerca dei fossili è tramandata nella famiglia Cerato da ben cinque generazioni, da quando nel 1843 la famiglia Gazola incaricò degli scavi Giuseppe Cerato. Da allora, nella famiglia Cerato si tramanda l’abilità straordinaria nell’estrazione dei fossili che, con il tempo e la pazienza, è diventata una vera e propria arte. Imparare a riconoscere le rocce adatte, estrarle con padronanza della tecniche di scavo e aprirle per ammirare le sezioni in cui appaiono organismi perfettamente conservati, sono tutte attività che richiedono una grande competenza e dedizione, per un lavoro di ricerca e individuazione, principalmente svolto nel periodo invernale, in condizioni a volte precarie e avverse. 

I fossili di Bolca nel mondo

Una ricca collezione di reperti è ancora racchiusa nella roccia, mentre altri popolano le vetrine dei musei nel mondo. Dalla piccola Bolca sono arrivati al Museo Civico di Storia Naturale di Verona, dove è esposta la collezione più grande, e al Dipartimento di Geologia e Paleontologia dell’Università di Padova. Oltralpe si trovano nelle teche del Muséum National d’Historie Naturelle di Parigi e del British Museum di Londra, e arrivano fin oltreoceano al Carnegie Museum di Pittsburg, negli Stati Uniti.

Le risorse naturali e culturali della Val d’Alpone fanno parte di un progetto di candidatura Unesco che rappresenta un’iniziativa locale volta alla gestione e valorizzazione degli eccezionali elementi paleontologici presenti sul territorio e alla promozione dei paesaggi culturali da essi derivati. Un’associazione temporanea di scopo, l’ATS Val D’Alpone – Faune, Flore e Rocce dell’Eocene, gestisce la presentazione del progetto e concentra il lavoro di molti ricercatori e studiosi del settore con la collaborazione dei numerosi enti e istituzioni locali che custodiscono un territorio di grande valore. Nel dossier di candidatura presentato compaiono altri giacimenti fossili, come quello rinvenuto nel territorio di Roncà, i cui reperti sono custoditi nel Museo Paleontologico recentemente restaurato. Anche qui, come a Bolca sono state svolte numerose campagne di scavo, ma questa è un’altra storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito tecnici, per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.